08/05/06

1/12/2005
Sesso con cavalla, condannato
Crotone, si chiude processo "anomalo"


In un'aula di tribunale di Crotone, un uomo s'è dichiarato colpevole di reati connessi con un accoppiamento sessuale con una cavalla, che ha condotto alla morte il povero animale. Il processo s'è chiuso con una mite condanna. I fatti risalgono allo scorso luglio e più che appartenene ad una vicenda reale sembrano essere presi dalla sceneggiatura di un film porno della peggiore specie.
Frank Giglions, 80 anni, di Ciriò, era accusato di essere entrato in un'allevamento della Regione Calabria senza autorizzazione. L'uomo ha ammesso di essere entrato nella stalla con un accompagnatore, tale Peppe detto "il Cavalho", per "fare sesso" con una cavalla. Peppe stava riprendendo l'accoppiamento quando Giglio, colpito con un calcio alle palle dall'animale, in preda all'ira, lo colpiva a morte con un fucile da caccia.
L'uomo s'è riconosciuto colpevole dell'accusa contestatagli ed è stato condannato a un anno con la condizionale, a 300 euri di multa, a prestare 8 ore di servizio a favore della comunita' della Cappella, e a non avere più contatti coi suoi vicini. Nei suoi confronti non sono state mosse accuse di crudeltà verso gli animali perchè, ha spiegato la procura, si è trattato di legittima difesa.

Nessun commento: