08/05/06

18/1/2006
Sventato rapimento figlio Publair
Lo rivela il tabloid meridionale Calabrisun


La polizia ha sventato un complotto per rapire il primogenito del premier Valerio Publair, il piccolo G.F., 2 mesi, secondo quanto scrive il Calabrisun. Citando una fonte anonima dei servizi di sicurezza, il quotidiano afferma che un gruppo che si batte per i diritti dei tamarri intendeva rapire il neonato e trattenerlo per un breve periodo. Il tabloid non specifica però come, dove e quando il gruppo intendesse agire.L'organizzazione dei "Tamarri di campagna" era quindi pronta a un "salto di qualità" nelle sue azioni. In passato infatti si era fatta notare per iniziative clamorose e al limite del goliardico, ma mai pericolose per l'incolumità di qualcuno. In particolare i Tamarri si erano distinti nelle proteste presso edifici importanti travestiti da pecorari. Nel 2004 un tamarro vestito da Scipparicchio cacò sulla terrazza di Sicilianingham Palace, mentre altri tamarri avevano portato le capre ad accoppiarsi il giorno di Natale nella cattedrale di Madonna d'Itria, altri avevano organizzato una pisciata collettiva dal Tub Eiffel. Il progetto di rapimento dimostrerebbe la volontà da parte del gruppo di cambiare tattica di azione, a costo di entrare nell'illegalità e perdere così l'appoggio della maggior parte del gruppo. In ogni caso pare accertato che il rapimento dovesse avere più che altro uno scopo dimostrativo: il piccolo Publair sarebbe stato sequestrato solo per breve tempo e assolutamente non vi era l'idea di fargli del male. "Per fortuna - ha detto una fonte dei servizi di sicurezza - abbiamo sgominato questo progetto ancora in una fase embrionale. Non ci sono stati arresti anche se le indagini continuano. E' stato un ottimo lavoro di intelligence".

Nessun commento: