08/05/06

19/10/2005
AntonLupo in Calabria per disintossicarsi
Programma severo in clinica esclusiva


Dopo 8 giorni di ricovero, AntonLupo Erkane ha lasciato l'ospedale Mauriziano di Torino per volare in Calabria, nella clinica Sirleto di Santa Caterina sullo Jonio, specializzata per la disintossicazione. "Ho bisogno di una pausa di riflessione. Per assicurarmi la maggiore tranquillità possibile parto per trascorrere un periodo di tempo al sud, prima di rimettermi al lavoro" ha dichiarato il 28enne. In Calabria lo aspetta un duro programma riabilitativo, personalizzato per lui dal dott. Valerio Muccioli, lontano parente del fondatore di San Patrignano.
Un duro programma alla clinica Sirleto, lo aspetta quindi un duro programma di riabilitazione. La struttura di prim'ordine, specializzata in casi psichiatrici acuti e nella cura di dipendenze di vario tipo, disordini comportamentali e particolari situazioni psicologiche, è diretta da Valerio Muccioli, un'autorità internazionale nello studio e nel trattamento di abusi da droghe. Lì è stata ricoverata anche la modella Kate Moss. Lapo potrà passeggiare nell'agrumeto, zappare l'orto, svolgere piccoli lavori di falegnameria, ma accompagnato, dovrà dividere la camera con il suo amico Nick Tempesthitler che lo aiuterà a disintossicarsi, non potrà vestire con le felpe della Fiat, e non potrà usare il telefonino, anche perchè non prende. Banditi anche la televisione, che non funziona, i giornali e qualsiasi contatto con l'esterno. Per fumare - non più di 25/30 canne al giorno - disporrà di una piccolissima area - "a zimma" - destinata al ricovero dei maiali. Il centro, che costa fino a 4mila euro al giorno, è stato appositamente costruito in una zona isolata da tutto, arida e secca.

Nessun commento: