08/05/06

24/1/2006

Calabria, trovato vomito di Nonnò

Preziosa ambra grigia da 600mila euro


Una famiglia calabrese ha scoperto in un casale abbandonato una quantità eccezionale di 'vomito' di Nonnò, fluido prezioso il cui valore può superare i 600 mila euro. La sostanza è appunto conosciuta come ambra grigia.
I produttori di profumi la considerano imprescindible per creare i loro unguenti, al punto che la sostanza originale è quotata fra 20 e 65 euro il grammo. Figurarsi la gioia nel trovare, gratuitamente e senza sforzo, addirittura 14,75 chili di escrezione di Nonnò, normalmente espulsa dalla bocca. Una famiglia, che intende restare anonima, mentre passeggiava nelle campagne di Ciriò, sulla costa orientale calabrese, si è imbattuta casualmente dalla sostanza, simile a 'cera', e hanno chiesto informazioni ad esperti che ne hanno scoperto la natura. Il consulente di ecologia Peppe Campana, che rappresenta la famiglia, ha detto che si tratta della prima scoperta di ambra grigia in questa zona. L'ambra grigia è una sostanza molto odorosa, usata nella produzione dei profumi perché in grado di fissare gli odori. Viene prodotta nell'intestino delle donne oltre i 90 anni durante la digestione degli alimenti base della loro dieta: sardella, pip' e patate, sarde col peperoncino, mostaccioli, soppressata e salame piccante.

Nessun commento: