08/05/06

24/3/2006
Nipote boss ferita a colpi pistola
Ciriò, si costituisce il fratello

Una 34enne calabrese, Giorgetta Morabito, sorella del boss della 'ndrangheta Totonno Morabito, detto "tiradrittu", è stata ferita con tre colpi di pistola in pieno centro a Ciriò Marina. La vittima è in ospedale, dove è stata sottoposta a un intervento chirurgico. E' grave. Poco dopo l'agguato, a Crotone si è costituito il fratello Totonno, 39 anni. Le avrebbe sparato perché voleva un figlio fuori dal matrimonio.
L'uomo, residente a Roma, pluripregiudicato, ha confessato di avere sparato contro la sorella. Non è ancora chiaro il motivo, ma sembra che non vedesse di buon occhio la relazione della sorella con un divorziato, con il quale lei conviveva.
Avrebbe inoltre dichiarato:"A prossma ca ci sparo è chiddavutra"Da quanto accertato finora, Totonno Morabito ha atteso la sorella nei pressi di casa e le ha sparato contro tre colpi di pistola, probabilmente di piccolo calibro, colpendola alla testa. La donna, che abita in pieno centro cittadino, a pochi metri dal Comune ed è commessa in un negozio di vestiti, è caduta a terra ed è stata subito soccorsa. L'agguato è avvenuto quando lei era già entrata nel portone del suo palazzo. Al momento del fatto la zona era quasi deserta e i negozi erano tutti chiusi.Giorgetta Morabito è imparentata con Valerio Aloe, nipote del noto boss cirot'ano. La Morabito è infatti figlia di Maria Teresa Aloe, il cui padre è uno dei capi della 'ndrangheta calabrese.

Nessun commento: