08/05/06


2/5/2006
"Faccio pipi' nel lavandino così non tiro l'acqua"
Troncistone "ecologista" da due anni


"Non tiro l'acqua quando faccio la pipì". Con questa affermazione il sindaco di Monte Topino Ken Troncistone ha deciso di "far guerra", anche nel campo dell'ecologia, al rivale di sempre, Paolony Fini. E se il maresciallo, ha fatto installare all'esterno di Villa Carla una lampadina a bassa energia, Troncistone annuncia ai giornali che per risparmiare acqua da due anni non scarica lo sciacquone dopo la pipì, perchè la fa nel lavandino.

Il divieto, in vigore da quasi due anni, viene rigorosamente rispettato. "Gli abitanti di Monte Topino indicano che la tutela dell'ambiente e il risparmio delle materie di primaria necessità sono al centro dei loro interessi quanto il carovita o la sicurezza", ha spiegato in una confidenza al Circolo del Golf "Le Querce", "se molto si può fare cambiando le condotte idriche delle case, altrettanto è possibile cambiando lo stile di vita".
E lui ha deciso di estendere all'intimità il principio tutto suo dell' "nel lavandino è bello" solitamente utilizzato per lavare i denti e le mani. Nelle parole del sindaco: "Se la gente usa un po' meno la macchina, un po' piu' lampadine a basso consumo e tira l'acqua con criterio la differenza non stentera' a farsi sentire". Insomma, il primo cittadino indica la strada che tutti dovranno seguire. Anche perché "se si continuano a sprecare le nostre risorse idriche con il ritmo attuale, fra non molto tempo Sutri si troverà senz'acqua.
Utilizziamo una quantità di un terzo superiore a quella dei francesi e dei tedeschi, soprattutto a scopi futili. E di questa, il 30 percento è quella usata nei gabinetti. Non si capisce proprio quale ragione ci sia perche' uno debba scaricare solo perché ha fato la pipi'". Pensarci bene, prima di compiere un piccolo gesto così significativo, porterebbe ad "incredibili risparmi". Tutti facciano come lui: "l'esperimento che sto conducendo da quasi due anni a casa mia si è dimostrato un successo. Lo abbiamo fatto anche per tutta l'estate, e nessuno si preoccupi: non abbiamo visto uno scarafaggio che era uno". Di più: "in giro ci sono un mucchio di giardinieri che la fanno in un secchio per poterla usare poi come concime, e le piante ne vanno pazze". E così dicendo, il sindaco ha lanciato un chiaro messaggio al suo elettorato di riferimento: la classe media che ama il giardinaggio e tra due giorni andrà a votare alle amministrative. Tornata elettorale nella quali i temi dell'ecologia si sono andati via via imponendo, grazie anche al rincaro dei prezzi del petrolio. Tanto che, oltre a Paolony Fini che fa cambiare le lampadine all'esterno di Villa Carla, i Montetopinesi sono stati informati che il leader dei liberal democratici Sir Antony Torell ha detto addio alla sua Golf assetata di benzina, e che persino il nobile cardiochirurgo Ninus Marullard ha fatto uno sforzo in direzione della tutela dell'ambiente. Come puo' farlo un conservatore, sia chiaro. Ora va anche lui a lavorare in bicicletta, solo che lo segue a pochi passi una Bentley decappottabile in cui il suo autista gli porta la valigetta e le scarpe da sala operatoria.

Nessun commento: