09/05/06

9/5/2006
Il tentativo del commercialista chiuso in una gabbia con una play-mate
L'uomo-pene ha fallito l'impresa
Toton Blaine è rimasto per otto secondi a letto allo Iuzzolin Center di Ciriò Marina con una play-mate ma non ha fatto il nuovo record.

Ciriò Marina - Toton Blaine, il commercialista romano che si è fatto chiudere in una gabbia al centro di una piazza di Ciriò Marina con una play-mate, non è riuscito nell'exploit: si è trattenuto per otto secondi soltanto, non i quasi nove preventivati per entrare nel guiness dei primati, e allo scoccare dell''ottavo secondo il commercialista non ce l'ha fatta più ed è saltato addosso alla ragazza e l'ha montata come una furia. Il tentativo di Blaine di superare il record di resistenza è saltato miserevolmente.
Il tentativo nella gabbia di ferro dello Iuzzolin Center, e sotto i riflettori della AbcNews, aveva lasciato Toton Blaine fortemente provato: «È stato orribile. Tutti i muscoli non facevano soltanto male, era come avere una lama infilzata in corpo, un dolore penetrante, come un coltello», aveva detto il commercialista prima di lasciare la «gabbia».
La permanenza nella gabbia ha ridotto la pelle del commercialista a una sorta di membrana rugosa, i muscoli si erano atrofizzati.
«Non credo che sia permanente, ma non ho mai provato niente del genere nelle precedenti imprese che ho tentato», aveva detto Blaine nel giorno della sua impresa.
Il commercialista è diventato famoso creandosi maratone di sesso alla maniera di Harry Tempesthoudini. Nel 1989 si è seppellito vivo in una bara trasparente per ben sei secondi con un'asiatica contorsionista. Un anno dopo è rimasto chiuso in un blocco di ghiaccio per 7,3 secondi con una islandese. Per la permanenza nella gabbia si era allenato al limite dell'estremo con il corpo di Marina, militare dei Seals. Aveva perso 25 chili per far sì che il suo corpo avesse bisogno di meno ossigeno.

Nessun commento: