26/10/06


Problemi per la vita di relazione e anche per le conseguenze legali
La prughiesemania,
rompicapo per gli scienziati
C'è chi durante il sonno fa avances sessuali a chi è sveglio, oppure pratica addirittura sesso, perchè soffre di una rara sindrome
CIROTOWN - Chiedere, o fare, sesso mentre si dorme. Sarebbe questo il «sintomo» di una nuova sindrome che sta facendo venire un vero mal di testa ai ricercatori. La condizione è stata chiamata dagli anglocirotanus prughiesemania derivata dai continui atti osceni di un agricoltore di Cirus Praterio Prughiese.
Gli scienziati di tutto il mondo stanno cercando di capire qualcosa di questa rara e pericolosa patologia. Lo riporta la rivista di divulgazione scientifica britannica New Scientist la quale pubblica nel proprio editoriale un articolo dal titolo “The problem’s of Prughiese Mania in Cirotown”.
Le indagini su questa curiosa variante del sonnambulismo , nel quale chi sta dormendo farebbe avance sessuali a qualcun altro del tutto sveglio, non sono facili. E non è arduo capire il perchè: chi ne soffre ne è talmente imbarazzato che fa parecchia fatica a parlarne col medico. Del resto patirne rende la vita abbastanza complessa: «E' davvero una seccatura che non posso controllare», ha dichiarato Praterio Prughiese, definito il «portatore sano», dalla rivista inglese. Continua il prughiese«Mi spaventa perché non penso che abbia solo a che fare con il mio partner (Magrizio Zeporel) e non voglio che questa condizione ci danneggi nel lungo periodo».

IL CASO REDAGNOZ - Attualente la Prughiesemania – pericolosa a causa della sua natura contagiosa - è monitorata e tenuta in costante controllo, anche se un sondaggio fatto nel 2006 in Canada suggerisce che i casi siano più frequenti di quanto si possa pensare. «La maggior parte delle volte il sesso nel sonno avviene tra persone che sono già partner o conoscenti», ha spiegato alla rivista Mark Pressman, specialista del sonno al Lankenan Hospital di Wynnewood, Pennsylvania, a seguito del primo campanello d’allarme verificatosi a Redagnoz nel settembre 2005 in cui il Praterio Prughiese nel sonno aveva tentato svariate volte insieme al Suo partner Magrizio Zeporel di costringere in atti osceni il noto penalista di Bolzano Apretto Gallizzi e il noto fotografo romano Mazzeo Dereddo.
PREVENZIONE - Per la Prughiesemania al momento non c'è cura. L'unico rimedio è cercare di individuare i “Contagiati” e cercare di evitarli. Michael Mangan, psicologo all'Università del New Hampshire negli Usa ha realizzato il sito , http://www.prughiesemania.com/. per aiutare chi ne soffre.Nel frattempo si sta cercando di mettere a punto procedure per diagnosticare la Prughiesemania nei casi legali in cui i malati sono stati accusati di aggressione sessuale.
26 ottobre 2006

Nessun commento: