01/09/08

ARRIVEREMO A QUESTO?
Cari Lettori,
non Vi preoccupate, non ci siamo ancora arrivati!
Abbiamo fatto ricorso all'autocensura per evitare il boicottaggio da personaggi influenti, legati al potere... Insomma paura. Paura di ritorsioni legali, economiche e magari anche fisiche per aver pubblicato una semplice foto.
La redazione trova tutto ciò inqualificabile. La satira è un diritto affermato dalla nostra Costituzione (“Tutti hanno diritto di manifestare liberamente il proprio pensiero con la parola, lo scritto e ogni altro mezzo di diffusione” - Art. 21). Se si va con la memoria indietro nel tempo a foto, immagini e copertine, molto più feroci e provocanti, di giornali come il “Male”, “Frigidaire” o “Cuore” ci si rende conto di come è peggiorato il rapporto tra la stampa e il potere e di quanto la libertà di espressione sia sempre meno garantita. La censura è sempre stata usata come strumento di repressione e negazione di valori e tematiche “scomode”.
Certi della Vostra comprensione,
un saluto a tutti Voi.
Tony Valengher

1 commento:

Anonimo ha detto...

l'ironia, punta estrema dell'intelligenza, è esclusa dal patrimonio genetico dei potenti (e di coloro che pensano di esserlo).
tutta la mia solidarietà allla redazione del "Clistere" e al suo direttore Ntono Valhenger.

una fedele lettrice, Acheropita.

ps. mi dispiace non averla scaricata quella foto. ero preda di "convulsionis ridens" ogni volta che la guardavo.