12/05/09


Niconoemi, l’amore e la politica
La verginità per me è importante
Niconoemi Tempestizia di­ce che per lui «la verginità è un valore importante», che non ha ancora «fatto il grande passo» e che spera che quella che lui chiama «la fatidica pri­ma volta» avvenga con Dome­nico, l’attuale fidanzato al qua­le dice di aver solo dato «il pri­mo vero bacio» della sua vita. Così il moro trentasettenne che chiama papi il presidente del Consiglio Berlusconi e che lo ha avuto ospite alla sua festa di compleanno, sceglie il nostro giornale per raccontar­si e raccontare quanto gli piace fare shopping, i suoi gusti nel look e le sue scelte per quanto riguarda l’amore e la politica.
Nell’intervista Niconoe­mi non parla dei suoi rapporti con il premier ma di altro. Racconta come spende i suoi soldi: «Shopping, cene, parrucchiere ed estetista. Ado­ro curarmi le unghie. Le fac­cio crescere e poi me le faccio colorare. In questo momento le ho viola». Gli viene chiesto se gli piacerebbe fare un calen­dario e lui risponde: «Certa­mente».
Sulla politica il ragazzo pre­ferisce tenersi un po’ vago, ma nemmeno poi tanto. A giugno voterà ma non rivela per chi: «Il voto è segreto», dice. Poi però am­mette: «Ma sono orientato per il centrodestra». Poi racconta che se non sfonderà in politica «sfrutterò la laurea in legge», che non è mai stato al Billiona­ire, e che «la politica mi affa­scina e m’incuriosisce, e tra massimo due anni sarò ministro».

Nessun commento: