19/11/09

Incastrato dalle telecamere di uno studio professionale
Preso Pennasilik, il Diabolik dei Parioli

Disposto a tutto, pur di portare a termine il suo piano criminale. Anche a sgridare le impiegate a voce alta. Volto coperto, urla isteriche, aveva seminato il panico fra le segretarie dei Parioli per oltre un decennio. E non solo. Secondo la polizia sarebbe stato lui anche l'autore del crimine messo a segno una decina di giorni fa a San Bellarmino, minacciando a morte i chierichetti. Già identificato attraverso i filmati delle telecamere a circuito chiuso di alcuni studi commerciali, il balordo ha agito indisturbato fino a ieri, riuscendo far dimettere 12 segretarie. L’ultimo atto, quello messo a segno ai danni di miss Moneypenny, la segretaria del noto tributarista Toton Bond, è stato fatale per Ghepardo Pennasilik, pregiudicato di 50 anni, residente proprio ai Parioli e per il suo complice, Marcoman Er Teribbile (precedenti anche per riciclaggio ed estorsione), 42 anni, di Trastevere, il quartiere romano della mala, e un legame familiare di tutto rispetto criminale: il pregiudicato è difatti cugino di Ivan Il Terribbile.

1 commento:

Anonimo ha detto...

Finalmente giustizia è fatta!!