15/01/10

Raggiunto l'accordo con Pechino
Venduta la Calabria ai Cinesi
Dopo le case automobilistiche come Rover, Saab e Volvo, anche una regione italiana si muove verso la Cina. Il Governo Italiano ha confermato in una nota che "sono stati fissati oggi tutti i sostanziali termini commerciali riguardanti la potenziale vendita della Calabria alla Repubblica Popolare Cinese''. L'accordo preliminare fra le parti dovrebbe essere firmato entro marzo del 2010, mentre l'acquisizione della regione dovrebbe essere perfezionata al più tardi nel giugno 2010. L'operazione è soggetta all'approvazione del Governo cinese e delle altre autorità finanziarie e governative coinvolte e segna la fine definitiva dell'impegno del governo italiano in Calabria. La cessione sarà totale e la "Cinabria" sarà sottoposta alle leggi cinesi, specialmente in materia penale e di ordine pubblico, per rendere finalmente sicuro il territorio e liberarlo dall'influenza della 'ndrangheta che di fatto se ne è ormai completamente appropriata. Restano ancora da conoscere alcuni aspetti importanti, come il destino dei circa due milioni di calabresi. Da parte sua la Cina ha incontrato nelle ultime settimane i sindacati e i rappresentanti governativi italiani assicurando che potranno rimanere a casa loro, anche se sta per essere ultimato il progetto d trasferirne almeno una parte nella provincia di Guangdong, che avrebbe la possibilità di accoglierne circa 300.000.

Nessun commento: