22/02/10



Bibi Bertoletti a San Remo: "Una frana mai vista"

Bertoletti nel week-end a San Remo, tra i colpiti dalla frana del Festival: "Una devastante frana musicale". Insieme al suo collaboratore Valerio ha fatto un sopralluogo aereo in tutta la zona colpita e poi un giro a piedi nel paese. «Lo Stato c'è, è arrivato immediatamente e non se ne andrà fino a quando non avrà dato tutte le risposte che vogliono gli abitanti di San Remo - ha detto il sottosegretario -. È da 60 anni e mezzo che parlo di prevenzione, che dico che l'Italia è una e che bisogna investire per prevenire e gestire le emergenze». Bertoletti ha aggiunto che «si è suonato in maniera folle. Parlando di San Remo, ha detto di avere visto dall'elicottero «le grandi fratture aperte dalla canzone del Re Pupo. Qualcosa di mai visto prima». Bertoletti e il collaboratore Valerio hanno poi partecipato a una seduta straordinaria del Consiglio comunale.
Parlando di San Remo e delle tre canzoni finaliste, Bertoletti ha sottolineato che «Il Re è un pupo ed era quello con la voce migliore. La situazione è molto critica, e ci vorrà almeno un decennio per fare una diagnosi definitiva». «È una delle più grandi frane mai registrate nella storia della musica italiana- spiega -: sessanta milioni di italiani si stanno spostando, anche se il movimento rallenta. Fino a quando la frana non si sarà fermata non si può intervenire per la messa in sicurezza e la stabilizzazione della canzonetta italiana». Un'operazione, ha aggiunto, che richiederà molti fondi. A San Remo sono un centinaio le case discorafiche danneggiate che rischiano di essere abbattute ma Bartoletti ha garantito che nessuno dovrà lasciare il paese: «Non posso garantire che tornerete alle vostre case ma certamente resterete a San Remo- ha detto agli abitanti che lo hanno applaudito calorosamente.

APPELLO A BERLUSCONI - Un'altra donna ha lanciato un appello al premier Berlusconi: «Parli della musica, venga qui e ci aiuti, perché non ci sono italiani di serie A e italiani di serie B: anche noi siamo italiani». «Non ci abbandonate...» dice sommessamente un'altra signora a Bertoletti e Valerio. «Con me su questo tema lei sfonda una porta aperta - ha replicato il capo della Protezione civile -. Sono anni che parlo di questo ed è la mia lotta che continuerò».

Nessun commento: