27/10/10

L'aggressione al portavoce del Bunga Bunga rivendicata dal MOS
Gabriele Cazzopene preso a calci nel sedere
Gabriele Cazzopene è stato aggredito a pochi metri dalla sede di via dell'Inutiltà da uno sconosciuto, che lo ha preso a calci nel culo e poi si è dileguato. Il portavoce del Bunga Bunga è stato subito soccorso e portato via in ambulanza. Il deputato ha riportato una contusione alle parti basse, ma si escludono danni più gravi, fratture o ematomi. «Sto meglio ma scusate. Ora voglio solo riposare» ha detto raggiunto telefonicamente dopo l'aggressione. Al politico è stata espressa solidarietà bipartisan.
In serata l'attentato è stato rivendicato dal MOS, Movimento Omosessuale Sardo, con una telefonata all'Arcigay con lo scopo di porre l'accento al vertiginoso aumento dei casi di omofobia in Sardegna da quando al governo della regione c'è il Bunga Bunga. La persona che ha chiamato ha usato un codice noto anche all'associazione per confermare la veridicità della rivendicazione, con la motivazione che Cazzopene avrebbe rinnegato, o comunque mai ammesso apertamente, l'appartenenza al mondo omosessuale, cambiando più volte casacca per approdare infine al partito più omofobico dell'intero Parlamento.

Nessun commento: